Trovato corpo di alieno: il dna non è umano.

LE INDISCREZIONI/ Fonti vicine a centri ufologici importanti del panorama italiano lasciano trapelare la notizia che dalle analisi effettuate sui resti ritrovati, risulta una verità sconvolgente: le particelle non sono compatibili con quelle presenti nei corpi umani. Si attendono risultati certi.

L’ANTEFATTO/ E’ stato ripreso il ritrovamento di un corpo che non ha sembianze umane. Sul video, di natura amatoriale, è possibile vedere perfettamente i particolari tratti somatici del cadavere conservato tra le nevi della Siberia: gravemente ustionato con ferite profonde, come dilaniato da un incidente violento. Difficile dalle immagini capire di cosa si tratta, ma le riprese sono nitide e le reazioni dei ragazzi che si sentono in sottofondo sembrano sincere. Nel freddo inoltre la conservazione dei tessuti è più lenta. Resta il mistero.

È da circa un mese, che gli abitanti della regione di Irkutsk in Siberia, segnalano la presenza di dischi volanti sopra i loro spazi aerei, molta gente testimonia di aver notato e osservato nel cielo, luci intermittenti che in prossimità del suolo si oscuravano.

LA NOTIZIA – Le autorità statunitensi hanno divulgato il contenuto di una lettera scritta da John F. Kennedy alla Cia, dieci giorni prima di essere ucciso a Dallas il 22 novembre 1963. Nella missiva, finora inedita, datata 12 novembre 1963, il presidente chiedeva tutti i documenti riservati sugli Ufo. La lettera, pubblicata dal Daily Mail, è stata consegnata dalla Cia a William Lester che sta scrivendo un nuovo libro su Jfk.

Gli extraterrestri esistono. Abitano in sistemi solari diversi dal nostro, ma riescono a raggiungerci attraverso il volo interstellare. Sono intelligenti, tecnologicamente avanzatissimi e di migliaia di anni più vecchi noi. Roberto Pinotti è il Segretario Generale e il fondatore e Past President del CUN, il Centro Ufologico Nazionale operante in Italia dal 1966, ne dirige il mensile Ufo Magazine diffuso in edicola da 1995 ed è direttore della rivista Area di Confine (Acacia Edizioni) sembra non avere dubbi al riguardo: “Non è una novità, – spiega il sociologo ad Affaritaliani.it – i governi lo sanno e anche la Chiesa ha manifestato aperture all’esistenza di forme di vita extraterrestri, come nel caso della recente conferenza internazionale di bioatronomia a Roma in cui rappresentanti del Vaticano hanno sostenuto come gli alieni siano la prova ulteriore della potenza di Dio e che debbano essere considerati nostri fratelli nel cosmo”.

Ma allora perché tenerlo nascosto? “Accettare forme di vita extraterrestri significa essere pronti a un cambiamento radicale. A giudicare dagli studi scientifici effettuati fino ad oggi sugli oggetti volanti non identificati (OVNI) meglio conosciuti come UFO emerge non soltanto l’esistenza di civiltà stellari, ma anche la loro intelligenza e il loro avanzatissimo potenziale tecnologico. Mettersi a confronto (anche pacifico) con esse, significa per forza di cose affrontare uno choc culturale che implicherebbe da un lato la perdita della fiducia verso i leader esistenti che apparirebbero impotenti e privi di potere confronto alle entità aliene e dall’altro un possibile processo di emulazione o identificazione con queste civiltà”.

Poi Pinotti parla di anomia, ovvero del crollo totale di ogni valore o punto di riferimento culturale e asserisce: “E’ di questo che hanno paura i Governi. E’ lo stesso motivo per cui è quasi passato sotto silenzio il rapporto COM.ET.A. redatto dalla Commissione Studi Avanzati francese nel quale,  partendo dall’analisi attenta e rigorosamente scientifica delle segnalazioni UFO, gli scienziati sono arrivati a teorizzare l’esistenza di civiltà aliene e scenari di contatto imminente”.

Ma facciamo un passo indietro. Non sempre nella storia gli UFO sono stati identificati con gli extraterresti. “Nel 1933 il governo fascista istituì un gabinetto per studiare la tecnologia di macchine volanti non identificate (già allora segnalate), credendo fossero strumenti di guerra nemici. Ma è nel 1947 che negli Stati Uniti l’interesse per il problema degli UFO diventa ufficiale. Dopo una vasta ondata di segnalazioni venne creato il progetto Bluebook durante il quale si riscontrò che il 6,5 % di tali segnalazioni non erano attribuibili a fenomeni spiegabili scientificamente. Nel 1952, poi, ci fu un’altra ondata di segnalazioni. Questa volta, per esclusione, scienziati e giornalisti attribuirono i fenomeni inspiegabili non ai sovietici, ma a possibili entità aliene”.

via: Alieno/ Il dna del corpo ritrovato non è umano 

Un pensiero su “Trovato corpo di alieno: il dna non è umano.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...