10 pensieri su “Argomenti”

  1. Ciao Pasquale,non sono molto attivo telematicamente parlando, ma il tuo glob mi ha colpito per completezza e fegato.
    Abbiamo idee discordanti su un po’ di argomenti, comunque niente a che vedere con dissidi da “incazzati da bar” come li chiamerebbe Stefano Benni.
    Ti auguro il meglio
    Leonardo

    Mi piace

  2. Ciao Paki!
    Interessanti gli argomenti!
    Ma soprattutto ho notato dalla tua foto in bianco e nero che non hai perso nemmeno un capello…
    Io invece li ho persi tutti ;-)

    Un salutone!
    Salvatore

    Mi piace

  3. ciao pasquale, ho visitato per la prima il tuo sito e l’ho trovato molto interessante, perchè parla delle ricette di cucina, musica, politica, etc… , coinvolgendo così tutte le famiglie tipo italiane e personalmente condivido molte delle tue idee. Mi permetto solamente di farti un’ osservazione. Nella homepage hai affiancato PadrePio a bin Laden, e vorrei solo ricordare ciò che ha fatto PadrePio nella sua vita, che negli ultimi decenni viene un po’ mistificato con i business della chiesa. Insomma, di tutto questo scempio creato attorno a lui ne è la prima vittima. Detto questo continua così per questa strada dicendo quello che pensi che hai tutto il mio appoggio.

    un saluto Gian

    Mi piace

  4. Ciao Pasquale. è la prima volta che entro nel tuo blog e devo dire che sono rimasto colpito dalla vastità degli argomenti che tratti. Non gli ho visti tutti ma leggendo quà e là i toni usati, (e per questo ti chiedo scusa di aver pensato male) sono sempre pacati e spesso condivisibili. Pensavo di trovare più spazio sui mutui e magari anche qualche link a http://www.mutuosurroga.eu (senza esagerare) ma per quello c’è sempre rimedio.
    Buon blog

    Marco

    Mi piace

  5. Carissimo Pasquale,
    noto su diversi blog, come anche sul tuo, interventi che denunciano soprusi ed incongruenze perpetrate dalla classe politica. Dalla nascita della Repubblica nel 1946 che si fonda sulla Carta Costituzionale, la nostra Italia risulta sempre più bistrattata.
    l’Art. 1 recita: « L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. »
    Ma la classe politica, perlopiù quella successiva alla costituente, e riuscita sembra aver sostanzialmente modificato tale fondamentale articoli in: « L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro del popolo elettore.
    La sovranità appartiene ai rappresentanti del popolo, che la esercitano nelle forme ma senza i limiti della Costituzione. »

    Basta guardarsi intorno e vedere in che maniera il popolo che lavora nel privato è sostanzialmente “privato” dai danti diritti di cui oggi gode il popolo che lavora nel pubblico.
    Infatti la nuova lotta di classe è: Pubblico contro Privato!
    Ma quale “erga omnes” dello Statuto dei lavoratori? Leggi ad personam a 180° (l’emisfero del parlamento);
    Lauti compensi per parlamentari, consiglieri regionali, alte cariche milirari eccc nonchè incomprensibili vitalizi per ex parlamentari e consiglieri regionali (esemplari quelli della Puglia);
    Sindacati che dicono di salvaguardare i lavoratori ma che prediligendo gli ammortizzattorri hanno di fatto garantito l’introito delle loro percentuali e creato un popolo di disoccupati a carico del popolo “privato”.
    Una marea di Leggi inique in uno Stato di Diritto con la complicità bipartisan.
    Ma oltre a Report a “Striscia la Notizia” e tanti altri forum che stimolano l’indignazione, mi fa paura la pacata rassegnazione del popolo “privato” di cui ne faccio parte anch’io. Ci comportiamo come i cubani che da 51 anni subiscono Fidel Castro).
    Dobbiamo tutti prendere consapevolezza che, nelle forme e nei limiti posti della costituzione, possiamo riapprpriarci di quella “sovranità”.
    Altrimenti: Indignazione senza Reazione = a Indifferenza.

    Penso che ormai sia maturo il tempo per la costituzione di un serio movimento popolare per il ripristino dell’Ordine Nazionale, che non deve però ambire all’appoggio del Nord o del Sud, del Centro-Destra o del Centro-Sinistra, piuttosto che del 3° Polo o dei tanti volti ormai arcinoti, bensì per sensibilizzare e dare alla coscienza di quel vero popolo italiano che con sudore e sacrificio, con determinazione e senso di responsabilità, lavora veramente ma che, nonostante un prelievo fiscale superiore al 50% è succube di una “Casta” sempre più irresponsabile che sta portando l’Italia nel precipizio.

    Mi piace

  6. francesi razzistiiiiiiiiiiiii, francsi all’inferno continuate cosi magerete tutte le vostra budella all’infernoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo…pùùùùùùùùùùù

    Mi piace

  7. cos’è la vita? qual’è il senso di vivere? perchè continuiamo tutti a fare finta di niente, perchè????? e poi a voi una domanda ma è meglio fare del bene o godere per i beni???? ciao e spero di incontrare qualcuno di voi dove scorrono i fiumi, dove la forza viene ammirando i paesaggi naturali e le potenti alture, dove l’aria è una purezza, dove i frutti nascono anche dalle rocce, e dove l’amore è visibile anche ad occhi chiusi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Dico la mia spesso e volentieri

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.217 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: