Un delinquente ex ministro della giustizia

Neanche in tempo di accomodarsi in cella che già arriva Marcello Pera a visitare Previti! già solo questro episodio la dice lunga sulla ex seconda carica dello stato nella scorsa legislatura, ovvero nell’epoca di “Bananas”

Quel tempo oggi non è più ed in Italia si inizia a respirare un’aria nuova nonostante i tentativi antidemocratici tuttora in corso d’opera da parte dello schieramento ex fascista di destra che ha perso le elezioni ma che fa fatica a staccarsi dalle maglie del potere come nei peggiori stati golpisti del terzo e quarto mondo.

Intanto si è dato a Cesare quel che gli spettava, ovvero una bella cella singola ed una riabilitazione alla Signora Ariosto (che ho visto l’altro giorno mentre attraversava una strada in centro a Milano) per essere stata da sola a sostenere le accuse contro quasta accozzaglia immonda.
L’indomita signora non ha mai ritrattato nonostante la violenza degli attacchi della stampa servile pagata da Berlusconi.

“Non faremo prigionieri” aveva detto il galeotto corruttore all’indomani della vittoria dei neo fasci nel 1994. Per questo grande programma politico venne nominato dunque ministro della giustizia. Come affidare al lupo la custodia del pollaio.

Previti comunque non rimarrà per molto in galera grazie alla legge (ad personam) Pecorella, quella che ha recentemente salvato il culo Al Cerone, ma sta mandando fuori di galera migliaia di criminali come le brigate rosse che saranno scarcerate a breve così come anche toglie d’impiccio i cinque militanti islamici che il 9 maggio scorso il tribunale di Milano assolse dall’accusa di terrorismo internazionale. Anche per loro, il ricorso che la Procura aveva già depositato è da ieri carta straccia.

In questo caso gli effetti della nuova norma sono quasi paradossali. Infatti proprio ieri, nel corso di un altro processo celebrato a Milano un “pentito” ha fornito elementi molto concreti per ritenere che i cinque estremisti fossero effettivamente collegati ad organizzazioni terroristiche quali Ansar al Islami, affiliata alla galassia di Al Qaeda.

Intanto sembra che in un portone in zona centrale nella capitale sia apparso un cartello con su scritto: Affittasi Studio, Roma Centro. Bell’aspetto, ottimo per il ricevimenti di politici, giudici e grandi imprenditori in riunioni segrete.
Zona segreterìa dotata di ottime attrezzature per trasferimento fondi in tutto il mondo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...