Effetto nuovo governo

Rallenta il commercio: vendite -2,3%

È il risultato peggiore dall’aprile 2005. Alimentari -0,8%, non alimentari -3,4%. L’inflazione copre cali maggiori

 

ROMA – Le vendite al dettaglio ad aprile sono calate del 2,3% rispetto allo stesso mese dell’anno prima. Si tratta del dato più negativo da aprile 2005, quando il calo fu del 3,9%. La variazione rispetto a marzo è nulla. Il calo tendenziale è stato dello 0,8% per le vendite di alimentari e del 3,4% per i non alimentari.

L’INFLAZIONE COPRE CALI MAGGIORI – Gli indicatori, sottolinea l’Istat, si riferiscono al valore corrente delle vendite e incorporano quindi l’inflazione, che contribuisce a rendere meno evidente il calo delle vendite. Ad aprile il tasso di inflazione generale è stato pari al 3,3%, a fronte di una crescita dei prezzi del solo comparto alimentari e bevande analcoliche pari al 5,6%.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...