Francese di merda!!!

Ha ridotto in fin di vita la figlia di quattro anni picchiandola selvaggiamente. Un francese di 37 anni, Julian Monit, ha cominciato a colpire la figlia, facendole sbattere la testa, ripetutamente, sul marmo all’esterno del monumento ai caduti, all’Altare della Patria. Erano le 23.30. Sono intervenuti immediatamente i vigili urbani e i carabinieri che hanno bloccato l’uomo. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di lesioni gravissime.

La bambina è stata ricoverata all’ospedale Bambino Gesù dove è stata sottoposta ad intervento neurochirurgico. E’ in stato di coma post operatorio. Le sue condizioni sono apparse subito gravi: i violenti colpi ricevuti dal padre, che le ha fatto sbattere la testa contro il marmo alla base del monumento del Milite Ignoto, hanno provocato un profondo trauma cranico.

Secondo una prima ricostruzione, alcuni passanti che hanno assistito alla scena si sono lanciati contro l’uomo per fermarlo e hanno chiamato le forze dell’ordine. Monit in un primo momento è riuscito a divincolarsi da chi lo bloccava e ha cominciato a prendere a testate il marmo alla base del monumento così come aveva fatto con la figlia. I carabinieri, giunti dal vicino comando di Piazza Venezia, sono riusciti definitivamente a bloccare l’uomo. L’uomo è stato medicato al Fatebenefratelli e poi trasferito nel carcere di Regina Coeli.

22 pensieri su “Francese di merda!!!”

  1. Che colpa ne hanno i francesi?
    La colpa è di una persona generalizzare è sbagliato, dopo le impronte dei bambini rumeni passiamo a quelle dei padri francesi?

    Mi piace

  2. *
    NOTIZIE CORRELATE
    *
    Bimba picchiata a Roma: convalidato l’arresto del padre. Trasferito a Rebibbia (23 luglio)
    *
    «La tragedia di mia figlia picchiata» (22 luglio)
    *
    Stabili ma gravi le condizioni della piccola, con lei c’è la madre (21 luglio
    *
    Fracassa la testa della sua bambina di 4 anni contro i marmi del Vittoriano (20 luglio)
    *
    La vigilessa: «L’ha presa per i capelli e sbattuta per tre volte sul marmo» (20 luglio)

    Mi piace

  3. ma come mai hai la mail .it e non .fr??

    comunque nessun insulto tipo il tuo qui sopra, potrà mai ragiungere il livello di bassezza dell’aggettivo “francese”

    Mi piace

  4. Gia i francesi sono un popolo di merda, come il loro stato, che tra l’altro è invaso DI NEGRI!!
    per cui possiamo dire che i francesi sono come gli africani, ossia PUZZANO sono ignoranti ( nel senso di poca cultura ) e sono degli zulu , non hanno il bide, quindi avranno sicuramente le mani sempre sporche di merda.
    Insomma, fanno schifo

    Mi piace

  5. Concordo, i francesi puzzano da morire (come le loro case, provate ad entrare e vedrete), sono ignoranti, ed orgogliosi delle loro storia, dimenticando che quando Roma era una città da 1 milione di abitanti dalle loro parti stavano ancora all’età della pietra con Asterix che si faceva le pugnette con le capre

    Mi piace

  6. Allora tt i francesi sono dei merdoni finocchi sopratt lui ke deve morire in cella…. voi francesi puzzate siete dei ladri (vedi la gioconda) avete nomi da finocchi vedi jean claude pierre… MORITE TT

    Mi piace

  7. Concordo con ciccio!!!!!!!! sono tutti dei froci!!!!bastardi fgli d puttana!!! E questo Julian Monit è la dimostrazione

    Mi piace

  8. IL RAZZISMO NON PORTA NULLA DI BUONO E SOPRATTUTTO NON BISOGNA MA GENERALIZZARE
    C’E IL BUONO ED IL CATTIVO DAPPERTUTTO

    PS SONO D’ACCORDO SOLO SUL FATTO DEL BIDE!!!

    HIHIHI!!!!!

    UN CARO SALUTO DA UN ITALO FRANCESE

    Mi piace

  9. Ciao si i francesi sono proprio maleducati e quando vanno all’estero sono ancora peggio, rubano gridano insulti dalle finestre , lanciano oggetti , fanno odiose pernacchie puzzano e sono sempre accompagnati da negri zingari o magreb quando fanno gli sbruffoni ,perchè da soli si cagnao e sono frocetti. Inoltre hanno degli atteggiamenti tammari ridicoli e sono arroganti, non sanno parlare le lingue autoctone, non sanno l’inglese e parlano la loro lingua con un tono inconprensibile perfino per chi il francese lo ha studiato . Questa è pura verità vedere le statistiche “francesi turisti peggiori del mondo”. A e poi sono invidiosi e li rode il fegato perchè l’Italia ha vinto molto di più a livello calcistico. Ciao e fanculo ai francesi di merda.

    Mi piace

  10. allora i francesi mangiano da merda e vogliono sfidare anche la nostra splendida e vera cucina mediteranea sostenedo che la loro è migliore, sono razzisti del cazzo pensano solo a loro e al loro cazzo piccolo che lo possono anche tagliare, e mi raccomando non buttatelo a mare perchè sarebbe una catastrofe ecologica, scapperebbero anche i batteri dall’acqua per la puzza, io non li odio i francesi bensì li detesto perchè sono dei razisti del cazzo, di merda devono finire tutti all’inferno razzisti del cazzo, non vogliono i tunisini che scappano dalla guerra per la fame, ti credo i primi ad atacare sono stati loro anche i maggiori partecipanti, razzisti del cazzoooooo, farete tutti una brutta fine, tutti insime con satana a magiare le vostra budelle, razzisti del cazzooooo, merde piene di merda che puzza dallla testa di cazzo che avete, purtroppo non serve sfogarsi perchè esiste il bene e il male esiste dio e il diavolo, esiste l’uomo e il francese. pùùùùùùùùùù che schiffffffffffffffffffffffffffffff…hahahahahahahaha

    Mi piace

  11. Alcuni spunti per insultare conoscenti francesi

    I francesi sono tutti bassi e grassi. Non si lavano mai le ascelle, sotto le quali usano portare quei paninoni di forma fallica (la baguette, se si scrive così. Se no è lo stesso. Stupidi francesi.) dei quali si nutrono avidamente e che per questo motivo sono sempre umidicci di sudore e fetidi. Essi accompagnano questo insano cibo bevendo liquidi ancora più repellenti al sapore di finocchio o anice, con nomi naturalmente strani (Pernod, Pastis, PusPus ecc.).
    Il santo protettore dei francesi è San Culotto. Le principali chiese sono: la catedrale di NotreDame e quella di RotterDam. La prima è famosa perchè vi riposano le spoglie del celebre scrittore gobbo Salvatore Quasimodo.

    I francesi sono tutti ladri: essi hanno sottratto a noi italiani tutte le nostre opere d’arte e le nostre ricette di cucina. Noi ci vendichiamo scopando meglio di loro e li umiliamo perchè sappiamo pronunciare la lettera erre correttamente. E’ noto infatti che è impossibile, per un francese, pronunciare correttamente la frase “Il ramarro rurale ha arrotato la tartaruga”. Se ci riesce, non è francese: è corso, che è peggio ancora. I corsi sono tutti pazzi (vedere alla voce “Corsica”).

    I vini francesi sono brodaglia, ed hanno nomi ridicoli che sembrano nomi di vernici (es. “bordeaux”). I vestiti francesi sono stracci ideati da parucchieri omosessuali in pensione. I monumenti francesi sono ferraglie e la Torre Eiffel sembra fatta con il meccano, ed è tutta arrugginita. Ai francesi piace perchè è un simbolo fallico e rimane sempre dritta, a differenza dei loro attributi.

    I francesi gesticolano molto mentre parlano, come del resto tutti gli omosessuali. Le donne francesi dicono sempre “uh là là” (specie alla vista dei peni italiani) e sono tutte puttane (vedi alla voce “Giovanna d’Arco”). Quelle che non lo sono, è perchè sono grasse e sfatte a causa dell’eccessiva consumazione di patefuagrà, di chish lorren e di capris dediè, e in genere finiscono a lavorare nei gabinetti pubblici francesi (vedere alla voce “Gabinetti pubblici francesi”).

    Le francesi battono a Pigalle, che sarebbe un posto simpatico se non fosse per tutti quei marocchini. (Vedere alla voce “marocchini”) L’unica francese simpatica è Rosa Fumetto, che non è francese. (Vedere alla voce “Dio esiste”).

    I francesi maschi portano le bretelle, sono razzisti, hanno il ritratto di De Gaulle sulla testata del letto (serve loro per raggiungere l’erezione durante l’unico coito mensile, il secondo giovedì del mese, con la consorte), mangiano uova sode al bar e hanno spesso nomi ridicoli (Anatole, Thierry, Martine). Come del resto tutti gli omosessuali.

    La televisione francese è oscena, perchè è una copia mal riuscita di quella italiana. I film francesi sono tutte cagate, perchè hanno attori maschi con la faccia da basset-hound (Iv Montand, Sgian Gaben, Lino Ventura) o con la faccia da pechinese (Alen Delon, Sgian Pol Belmondò, Filip Nuarè), o tutte e due insieme (Sgerar Depardiè). Le attrici femmina (Catrin Denev, Isabel Asgianì, Sgian Luì Trintignan) non sarebbero male, se non fossero francesi.

    La storia francese è piena di depravati che traevano godimento nella reciproca decapitazione con la ghigliottina, e per questo si sono presto estinti. I francesi moderni sono tutti discendenti degli accoppiamenti di Napoleone con Sandra Milo, ed è per questo che sono tutti nani.

    L’arte francese non esiste: i palazzi francesi sembrano fatti con il lego da Salvador Dalì durante un trip di acido (vedere alla voce “Versailles”) o con gli stecchini dei mottarelli (vedere alla voce “Etoile”).

    Anche la letteratura fa schifo, come del resto tutto ciò che viene scritto da omosessuali (Vedere alla voce “Aldo Busi”). I principali scrittori francesi sono Voltaire (che per primo descrisse la pila elettrica), Chateaubriand (noto per le sue bistecche), Victor Hugo (un miserabile), Giulio Verme (un allevatore di lombrichi), Jean Paul Sartre (un perditempo), Saint Honorè de Balzac (inventore dell’omonimo intervento chirurgico di castrazione: bal-zac!), Marcel Prostata, Tour Montparnasse, Avant de Dormir. Il principale quotidiano francese è Le Sigarò.

    La capitale della francia è Parigi (ma quegli esterofili dicono “parì”). E’ anche detta la “ville Lumiere” in onore dei fratelli Lumiere, che da bravi francesi hanno rubato ad Edison l’invenzione del cinema.

    Caratteristiche di Parigi, oltre ai bordelli e agli handicappati (gli Invalidi), sono gli Shampi Elisi (ideati dall’urbanista Garnier). I bulvar di Parigi sono vie larghissime, fatte fare così apposta da Napoleone III perchè sapeva che i francesi sono tutti interdetti e altrimenti si incasinavano nel traffico. Altre caratteristiche interessanti sono i suoi grandi magazzini: le Galere Lafayette ed il Louvre, pieni di oggetti rubati.

    Scheda statistica della Francia:
    Nome: francia
    Capitale: Parigi.

    Popolazione: eccessiva.

    Densità della popolazione: molliccia.

    Valuta: franco (tsè, che megalomani. Come se i nostri soldi dovessero chiamarsi “italo”)

    Lingua: francese. Per avere l’accento aiuta molto essere omosessuali.

    Periodi migliori per visitare la francia: nessuno.

    Frasi utili da conoscere se si visita la francia: “Oui, je suis Catherine Deneuve”, “Merde”, “Voulez vous coucher avec moi?”, “A ‘sorete”, “FUCK YOU!”

    Mi piace

  12. è vero, i francesi sono dei pezzi di merda e le loro aziende (ma anche i loro uffici pubblici) non hanno la cultura di rispetto del cliente… ma nel moo caso ci ho vissuto e ne ho conosciuti tanti che me ne hanno fatte passare di tutti i colori.. affermarlo in connessione ad un pazzo coglione è invece un pò cercata…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...