Archivi categoria: Cinema & TV

cinema, tv, televisione, soap, news, tv star, lost, invasion, commedy

Ford Kuga lancia i “Saturday Night Fathers”

Ford lancia ‘Saturday Night Fathers‘, la web-series dedicata ai papà.

Ford Kuga Hands-free liftgate - SYNC with Text Reader - SYNC with Voice Control - SYNC with AppLink (gestione delle playlist Spotify con la voce) - Rear View Camera - Active Park AssistUna notte di sabato, due padri, aspettando i propri figli all’uscita della discoteca, l’abitacolo di una Kuga. Sono gli ingredienti di ‘Saturday Night Fathers’, la web-series di Ford Italia dedicata ai papà che ha debuttato il 19 marzo in esclusiva su Corriere.it.
La serie, ambientata nell’abitacolo di una Ford Kuga e composta da 9 episodi, racconta il mondo dei ragazzi attraverso gli occhi dei padri che li aspettano, nel buio dei sabati notte, all’uscita della discoteca. Tra lunghe attese al freddo, incontri inattesi e personaggi improbabili, ‘Saturday Night Fathers’ celebra con ironia il rapporto tra due generazioni in costante ricerca della reciproca comprensione.

La serie dei video targati Ford denotano una sana, simpatica e divertente ironia dei tempi in cui viviamo.

Il progetto è una co-produzione Ford e Bananas (Cdp) con broadcasting in esclusiva sul sito del Corriere della Sera, concessionaria RCS.

Ford Kuga è una delle automobili cosidette “suv/crossover” più innovative ed intelligenti sul mercato e le sue caratteristiche tecnologiche come l’ hands-free liftgate , il SYNC with Text Reader, il  SYNC with Voice Control, il  SYNC with AppLink (gestione delle playlist Spotify con la voce), la Rear View Camera – Active Park Assist ne fanno una delle auto preferite sia dai giovani che dai loro padri.

Continua a leggere Ford Kuga lancia i “Saturday Night Fathers”

L’incubo di MasterChef mi perseguita

Come già scritto nei giorni scorsi, in queste settimane il mio articolo su questo blog inerente alla mia partecipazione a MasterChef, è preso d’assalto dai neo iscritti alle selezioni.

Sono orgoglioso di questo fatto, già lo scorso anno successe la stessa cosa ed uno dei miei lettori, grazie anche ai consigli del post, entrò nei top 20 del programma.

Quest’anno siamo sulla stessa scia, ben due amici/lettori hanno chiesto consigli specifici dopo aver letto le mie info ed ora sono stati entrambi chiamati alle selezioni dal vivo col piatto pronto.

Sono contento, mal che mi vada, mi reinvento come consulente formatore per le selezioni di MasterChef Italia.

^_^

Via libera a Sky Italia sul digitale terrestre Mediaset ricorre alla corte di Giustizia Ue – Repubblica.it

Il portavoce di Bruxelles Jonathan Todd: “Decisione solida da un punto di vista legale”. L’entrata permessa dalle nuove condizioni del mercato: frequenze solo per trasmettere in chiaro e per cinque anni, nessun servizio a pagamento

La Commissione europea ha dato il via libera “condizionato” all’ingresso anticipato di Sky Italia nel mercato del digitale terrestre. Lo ha annunciato Jonathan Todd, portavoce dell’esecutivo comunitario. Alla notizia Mediaset si è detta “assolutamente sconcertata” e ha annunciato ricorso alla Corte di Giustizia Europea: “Riteniamo che le condizioni fissate dalla commissione nel 2003 che impedivano a Sky di entrare nella tv digitale terrestre sino al 2012 in virtù della sua posizione dominante sul mercato pay – si legge in una nota – siano ancora valide come del resto il market test svolto tra tutti gli operatori italiani ha sostenuto”.

“Con questa decisione si autorizza il monopolista della televisione satellitare e pay, non dimentichiamo che Sky detiene il 99,8% della pay tv satellitare e l’86% della tv a pagamento, a operare nel mercato free e lo si autorizza a entrare in possesso degli asset frequenziali già insufficienti per gli operatori attuali. Per questo Mediaset – conclude la nota – ricorrerà contro tale decisione alla Corte di Giustizia Europea”. Ma “la Commissione europea è fiduciosa che la decisione presa oggi su Sky è solida da un punto di vista legale”, ha replicato Todd aggiungendo: “Naturalmente, contro ogni decisione presa dalla Commissione tutte le parti coinvolte possono fare ricorso alla Corte di giustizia”.

Nel 2003, quando Newscorp fuse insieme i due marchi italiani della tv satellitare, Stream e Telepiù,l’impegno preso era quello di non partecipare al Dtt prima del 31 dicembre del 2011. La Commissione però “viste le condizioni cambiate sul mercato televisivo italiano” ha sollevato l’azienda dal rispettare questa condizione”. Come ha spiegato il portavoce “Sky Italia può partecipare a questa opzione, a condizione che le frequenze siano utilizzate per trasmettere in chiaro”. Quindi senza offrire servizi a pagamento per almeno cinque anni e con la limitazione di una sola frequenza. Il mercato televisivo italiano della pay tv è cambiato dal 2003 con l’ingresso di operatori alternativi (Mediaset, Telecom Italia/Dahlia), anche se Sky Italia ha mantenuto la propria posizione forte sul satellite. Questi nuovi operatori utilizzano sia le proprie frequenze e infrastrutture di rete che quelle dei loro partner per fornire contenuti (in chiaro e a pagamento) sulla piattaforma Dtt che copre già una serie di regioni. Continua a leggere Via libera a Sky Italia sul digitale terrestre Mediaset ricorre alla corte di Giustizia Ue – Repubblica.it

Ho visto AVATAR in 3D: spettacolare!!

C’è sempre una prima volta per tutto ed oggi, complice il compleanno di mia moglie, ci siamo concessi un pomeriggio al cinema da soli senza le bimbe. Abbiamo deciso di andare a vedere il tanto acclamato film di James Cameron AVATAR e per esagerare abbiamo deciso di andarlo a vedere in 3d, per la prima volta vedo appunto un film in 3d.

Il Cinema scelto è il migliore di Milano, l’UCI Cinemas 18 sale del Bicocca Village (ex kinepolis, ex europlex) ebbene dopo aver strapagato il biglietto comprandolo online con supplemento (curiosa questa cosa tutt’italiana di supportare l’e-commerce applicandoci su dei costi aggiuntivi anzichè cancellare i balzelli ed oneri che ne bloccano la diffusione, ma, si sa, siamo nel paese più conservatore dell’occidente civilizzato dove solo il 35% della popolazione possiede una connessione ad internet , ma tutti guardano la TV delle veline e del grande fratello) dicevamo dunque che dopo aver acquistato online i biglietti ci presentiamo ai totem elettronici per ritirali, ed ecco la prima sorpresa, ai totem avevano abolito la possibilità di ritiro biglietti tramite inserimento della carta di credito utilizzata per l’acquisto, bisognava dunque ritirali alla cassa, purtoppo la cassa aperta era una sola e la fila gia kilometrica alle 14,35.  Normalmente queste cose mi fanno incazzare e non poco, cerco dunque qualcuno con cui prendermela, una maschera mi indica un fantomatico “responsabile” che con una faccia di tolla incredibile mi dice che “devo fare la coda”  ed allora li mi inizia a venire fuori la vena dal collo ed alzando in maniera pacata ma innaturale il tono della voce chiedo che senso ha pagare il biglietto + i diritti di prenotazione + il surplus per l’acquisto con carta di credito ecc per poi fare la fila e rischiare anche che i biglietti nel frattempo si cancellassero (si le loro regole totalitario-vessatorie prevedono pure questo) ed i posti prenotati con perizia ed anticipo di giorni, venissero dati ad altri. Questo tizio faceva spallucce ed io evidentemente avrò fatto una faccia che non prometteva nulla di buono, al che ad un certo punto mi fa il favore di chiedermi la carta e mi stampa finalmente i biglietti. Dunque prenoti prima per non fare coda e ti ritrovi con degli incompetenti che ti creano disagi. Morale della favola, come al solito, questi fanno i furbi, chiedete telefonando prima di prenotare e/o di acquistare online, se sono in grado di mantenere quello che promettono.

Comunque, l’incazzatura è presto passata subito dopo aver indossato  i mitici occhialini che ti fanno entare in un mondo fin’ora sconosciuto, ovvero il 3d. Una cosa mai vista prima, incredibile ed indescrivibile, la cosa che più mi viene in mente di descrivere è come se lo spettatore fosse sulla scena dell’azione: moscerini che ti girano intorno, gente che ti passa di lato, voli virtuali quasi reali, frecce puntate in faccia e rami deglialberi che ti tanno fastidio tanto sono vicini. E’ come se lo schermo fuoriuscisse e venisse davanti al tuo naso con una profondità di campo incredibile. Signori c’è sempre una prima volta, e la mia prima volta col cinema 3d è stata entusiasmante (nonostante i disservizi di Uci Cinemas).

Consiglio a tutti di provare questa esperienza, di sicuro non ve ne pentirete.