La Luce della Scienza e del Progresso debelleranno la religione, Male Assoluto del mondo

Sol Invictus

PASQUALE CATERISANO BLOG

Sol Invictus

Come tutti gli anni, in occasione delle ricorrenze di fine dicembre, è bene fare un ripasso sui veri significati dei festeggiamenti che andiamo a celebrare, tutti riconducibili alla celebrazione della rinascita del sole in occasione del solstizio d’inverno e non già sulla presunta nascita di un bambino che avrebbe dovuto salvare il mondo.

Ecco un breve elenco degli dei pagani simboleggianti la festa del sole che sconfigge le tenebre, intorno alla data del solstizio d’inverno.

Il dio Tammuz unico figlio della dea Ishtar nell’antica Babilonia;

il dio Oro nell’antico Egitto;

il dio Mithra, noto con l’appellativo di salvatore nell’antica Persia;

il dio Quetzalcoalt, nell’antico Messico.

il dio Bacab, che si credeva messo al mondo da una vergine di nome Chiribirias, nello Yucatan;

il dio Huitzilopochtli, nell’antico regno azteco;

il dio Freyr, in Scandinavia;

il dio Bacco, nellantica Grecia;

il dio Adone, nell’antica

View original post 270 altre parole

DALLA FESTA DELLA RINASCITA DEL SOLE AL NATALE CRISTIANO

PASQUALE CATERISANO BLOG

Il Cristianesimo è riuscito a trasferire a sé tali pratiche religiose, modificando la “nascita del sole” con la “nascita di Cristo”, e la “luce solare” con la “luce divina del Figlio di Dio”. Il sincretismo si compì lentamente, finché la notte tra il 24 e il 25 dicembre, cioè la “nox postsolstiziale” che coincideva con l’occasione in cui ormai da secoli si festeggiava una luminosa genesi astrale, divenne anche la notte della nascita di Cristo. Insomma tra il IV° e il V° secolo la Chiesa romana, preoccupata dalla straordinaria diffusione dei culti solari e soprattutto dal mithraismo, che con la sua morale e spiritualità, non dissimile dal cristianesimo, poteva frenare se non arrestare la diffusione del vangelo, pensò di celebrare nello stesso giorno del Natale del Sole (Sole Invictus) il Natale del Cristo, come vero Sole.

View original post 1.342 altre parole

Primo corso in Italia sul social media marketing assicurativo

Il Broker

Si svolgerà a Torino il 26 di aprile 2016, la quarta edizione del primo corso di formazione italiano sul social media marketing assicurativo.

A mettere in campo questa attività formativa sono stati Andrea Albanese, uno dei più quotati advisor di social media marketing in Italia e Pasquale Caterisano assicuratore e web marketer.

Abbiamo ricevuto diverse richieste in tal senso nell’ultimo anno e ci siamo sorpresi nel verificare come non vi fosse in Italia un corso di formazione specifico che spiegasse agli agenti ed operatori del settore, come sfruttare i social network per generare business assicurativo.” hanno dichiarato i due organizzatori.

Il corso farà conoscere ai partecipanti come attuare operazioni di marketing sui social media per vendere le polizze anche tramite il canale web, di solito riservato ai soli operatori online come compagnie dirette e comparatori.
Ecco i dettagli:  http://smmdayit.it/assicurazioni-e-social-media-marketing/
Inoltre la frequenza al corso certificherà 8 ore di aggiornamento professionale ai fini IVASS.

La redazione

View original post

Se va bene ok, e se va male?

UnipolSai Como

La stragrande maggioranza degli italiani dai 35 ai 50 con figli, non ha una polizza sulla vita.

polizza vita a como, proteggi i tuoi cari, infortuni malattiaEppure sono nel pieno della loro attività lavorativa, di crescita dei figli (istruzione, attività, vacanze) e degli acquisti fondamentali (casa, auto ecc.) per una famiglia.

E se all’improvviso succedesse qualcosa di tragico che non gli permetterebbe più di effettuare queste attività quotidiane?

Tutti ci pensano almeno una volta per pochi secondi, ma poi scacciano subito via questi “brutti pensieri”, perchè rovinarsi la giornata? meglio pensare alla pianificazione del nuovo acquisto (a rate) per natale: l’i-phone 14 oppure il 95 pollici 3D a schermo curvo.

Tanto le cose brutte succedono sempre agli altri, oppure nei film in tv o al cinema. Ognuno è dotato del proprio personalissimo “piano provvidenziale” (la santa provvidenza di superstiziosa cultura popolare, con annessa toccatina alle parti basse), al posto di quello “previdenziale” ovvero di una pianificazione che preveda una…

View original post 378 altre parole

GLI AGENTI UNIPOLSAI RICONOSCIUTI COME I MIGLIORI DAI CONSUMATORI ITALIANI 

La rete di Agenzie UnipolSai ha ricevuto un importante riconoscimento dai Clienti e dai Consumatori italiani.

L’Istituto Tedesco di Qualità Finanza, che conduce da anni indagini sulla soddisfazione della clientela in diversi settori di mercato, informa che in ambito assicurativo alla Rete Agenziale UnipolSai, viene attribuito il riconoscimento di “Migliori in Italia per il Servizio”.

Breve considerazione sull’energia pulita

Sfruttando solo l’uno per cento del vento avremmo risolto i problemi di accaparramento di energia di tutta la nostra civiltà.

Allo stesso modo, sfruttando un millesimo del deserto del Sahara ci approvvigioneremmo di tutta l’energia necessaria in un anno a tutto il pianeta, visto che in una sola ora di sole a quelle latitudini c’è l’energia necessaria per un anno per tutto il pianeta.

Tutto ciò senza emettere Co2. Invece insistiamo con carburanti fossili che inquinano e arricchiscono i beduini medievali dell’Islam ed i loro amici. Per non parlare del pericolosissimo nucleare e le sue scorie millenarie.

Dobbiamo cambiare modo di pensare a noi stessi come ospiti e non sfruttatori del pianeta, prima che questo esaurisca tutte le sue risorse.

È necessaria una presa di coscienza collettiva in tal senso, in maniera tale da essere tutti uniti e far valere le buone idee e non solo e sempre gli interessi di parte. Cambiamo paradigma.

Intermediari 2.0? E se Google entrasse davvero nel settore assicurativo?

Google e la distribuzione assicurativa del futuro prossimo.

Il Broker

UnknownTraduciamo e pubblichiamo questo interessante articolo pubblicato alcuni giorni fa da TechCrunch e scritto da Christoffer O. Hernæs, Partner di Core Group, una società di consulenza Norvegese.

Chi volesse leggerlo in lingua originale può farlo QUI.

L’autore si interroga su quale sarà la futura posizione di Google nel mercato assicurativo. Una posizione che certo mirerà a un predominio sui dati attraverso l’utilizzo di tutte le tecnologie disponibili, dai comparatori al monitoraggio delle percorrenze automobilistiche attraverso i cellulari Android, dagli strumenti hardware per la casa intelligente (scatola nera casa, rilevatori e sensori, etc.) alla rilevazione in tempo reale dello stato di salute degli assicurati, e così via.

Ma potenzialmente anche una posizione che veda il gigante del web competere direttamente con le compagnie anzichè limitarsi ad essere, sempre più, un fornitore di dati indispensabile per tutte le scelte attuariali e di marketing.

Poterebbe così accadere che le polizze auto e quelle…

View original post 1.252 altre parole

La sconfitta del male, giustizia è fatta: l’assassina Franzoni in carcere

Dopo soli 6 anni esce di galera la killer di bambini annamaria Franzoni.

PASQUALE CATERISANO BLOG

Purtroppo per soli 16 anni quando avrebbe meritato il carcere a vita. Oggi ci chiediamo: a quando in galera anche il padre ed il marito? hanno depistato indagini e tentato in tutti i modi anche al limite della legalità di deviare il corso della giustizia. Ricordiamo che i due sono indagati per questo.

Vorrei chiedere a tutti di provare ad immedesimarsi per un istante in quel bambino di pochi anni di età, cosa deve aver provato mentre era ancora vivo, nel vedere sua madre (colei che gli aveva dato la vita e dunque la persona a cui più era legato in assoluto) che lo massacrava brutalmente con 17 violenti ed insisititi colpi in testa. Solo per questo la Franzoni meriterebbe la pena di morte, anche perchè non ha mai dato segni di pentimento, ma anzi con lucida freddezza, ha sempre cercato di imbrogliare tutti con la complicità, come già detto, di padre…

View original post 845 altre parole

Vimana. Il libro delle navi volanti di 15000 anni fa

Pianetablunews provvisorio

vimana

Le antiche astronavi che solcavano i cieli Indiani circa 15000 anni fa e che avevano armi e poteri al limite dell’immaginazione

Molti testi Indiani alcuni religiosi ed altri di letteratura classica come ad esempio Ramayana ,Mahabharata , Vaimanika-Shashtra, Puranas, Bhagaravata e molti altri trattano di queste macchine volanti definite in sanscrito “Akasa yantrache”.

Dall’analisi di tali testi, compiuta da innumerevoli studiosi e storici, sembrerebbe emergere che queste macchine, i Vimana appunto, altro non fossero che delle sofisticate macchine volanti le quali sfrecciavano comunemente nel cielo terrestre di 15000 anni fa.

View original post 2.472 altre parole

sono razzista

ilmerdone quotidiano

Ebbene sì non sopporto gli imbecilli, sono razzista e me ne vanto. Sono razzista con tutti quelli che vanno “oltre Hitler”, che pensano che minacciare giornalisti e presidenti del consiglio di lupara bianca sia una cosa sopportabile. Non riesco a scusare quelli che pensano di aver acquisito il diritto di sputarti in faccia perchè hanno perso il lavoro, dicono loro. Sono stanca di essere circondata da gente che non riesce a vedere la deriva autoritaria del movimento pseudo democratico. Non voglio lezioni di civiltà da gente che dichiara di essere oltre Hitler, che usa Primo Levi o la Shoà per il proprio tornaconto . Con questa gente e i loro padroni sono razzista, non li voglio in parlamento, non li voglio nei comuni, non li voglio in questo paese. Non devono avere il diritto di parola, almeno fino a quando non abbiano imparato la democrazia, devono studiarla la Costituzione non…

View original post 103 altre parole

La mia sfida ai grillini sulla coerenza, l’onore, la schiena dritta e la testa alta.

image

Prendo spunto da un post canzonatorio su facebook da parte di una delle tante pagine anti Grillo, per lanciare anch’io la mia sfida ai singoli grillini sulla coerenza, sull’etica e sulla moralità.

Cari grullini, visto che parlate tanto della vostra diversità, continuando giornalmente a frantumarci le pa**e con slogan tipo “l’onesta andrà di moda” eccetera eccetera, dimostrate di essere davvero diversi da tutti quelli che ci hanno governato fino adesso e fateci vedere la coerenza delle vostre vacue argomentazioni e la vostra tanto sbandierata onestà intellettuale.

QUESTA LA MIA SFIDA:

State continuamente millantando che gli 80 euro al mese di Renzi sono una mancia, che non servono a niente, e allora siate onesti ed accettate la mia sfida alla coerenza!

Rinunciate singolarmente, ognuno di voi senza tante storie. Bonifico al fondo per le imprese e post su facebook della scansione della distinta, su, dai!
…op op op, vediamo che coerenza avete, qual’è il vostro indice di credibilità, quanto è dritta la vostra schiena, quanto è ferma la vostra morale, quanto è inscanfibile la vostra etica.

Su 9 milioni di elettori e 460 mila iscritti attivisti al movimento, pretendo solamente mille bonifici documentati. Lo 0 virgola nulla. Dimostratemi che siete degli uomini con la U maiuscola.

Vi aspetto! attendo con ansia le scansioni qui sotto a mò di commento.

Pasquale Caterisano

“Spendinreviù”

Oggi tutti (ma proprio tutti) parlano di “spendinreviù”, ricetta tipicamente liberale.

Oggi tutti sono arrivati sulle nostre posizioni, buoni ultimi come sempre. È ovviamente una questione di lungimiranza oltre che di un minimo di competenza.

A denti stretti ed a malincuore, gli statalisti clientelari del voto di scambio con gli amici degli amici, prendono atto che l’unica ricetta è quella. Solo i grillini buoni ultimi come sempre non lo hanno capito.

Guardate a tal esempio quanti voti prese una mia proposta in tal senso sul portale del M5S e nonostante il “for dummies”

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/09/debito-pubblico-for-dummies.html

Solo dopo ho capito che ero io il problema e non loro. Loro poverini che ne sapevano. Meglio tifare per il reddito di cittadinanza di 1.300/800/500€ al mese.

W PEPPE!11!!

Di provvidenza in provvidenza

Hanno votato, difeso e giustificato Silvio per 20 anni; oggi fanno i rivoluzionari contro la ka$ta!11!

Questi gli italiani. Pronti a giustificare se stessi e dare sempre la colpa agli altri,tentando di pulirsi la coscienza adottando di volta in volta, le istanze dei peggiori.

Miserabili falliti. Mediocri ed inutili.
Un gregge sempre in cerca di un pastore.