Assicurazioni: Lemonade, il nuovo che avanza, è in realtà il vecchio digitalizzato.

Tutti parlano di Lemonade la nuova startup assicurativa americana che dovrebbe sconvolgere il mercato, l'”Uber” delle assicurazioni, così è stata definita, ma fortunatamente Lemonade altro non è che il vecchio concetto di mutua reso digitale per via dei processi di acquisto e liquidazione online.

E’ certamente un’ innovazione positiva per il mercato, a dimostrazione che il digitale non sempre sostituisce e rottama il vecchio, ma spesso ne migliora i concetti rendendoli più semplici, intuitivi e diretti.   Continua a leggere

INFLUENCE MARKETING: Buzzoole mi inserisce fra gli influencer assicurativi italiani.

E’ stata una vera sorpresa, quando, richiedendo un report sul mio settore lavorativo a Buzzoole (una delle migliori piattaforme di influence marketing), mi sono ritrovato inserito nell’elenco degli influencer assicurativi italiani in buona compagnia di profili istituzionali di grosse compagnie e di altri veri e propri guru del settore.

Una cosa che mi fa naturalmente molto piacere che definisce e segue un percorso fatto di anni di duro lavoro nei sistemi avanzati di marketing assicurativo. Grazie Buzzoole.

web marketing assicurazioni, influence marketing assicurativo

DIFFERENZA TRA PREVENTIVO DI UN AGENTE LOCALE E QUELLO DI UN ASSICURATORE ONLINE

Con così tante opzioni e promesse è difficile prendere una decisione chiara su quale compagnia di assicurazione scegliere e di chi fidarsi. Che cosa facciamo quando abbiamo bisogno di confrontare le opzioni? andare online! ecco come sei finito qui dopo tutto. Una delle domande che un sacco di gente non si chiede è se sta veramente ottenendo la migliore offerta di  on-line o, dovrebbe seguire il vecchio stile e parlare con un agente locale in un’agenzia fisica?
Le quotazioni on-line sono il modo più accessibile per verificare. Non è necessario andare fisicamente da qualche parte; lo si fa nel proprio tempo libero, lo si può fare mentre si mangia, si fanno le pulizie o durante la vostra routine quotidiana.
Le quotazioni on-line sono migliorate nel corso degli anni, rendendo i preventivi di assicurazione più adeguati per meglio adattarsi alle vostre esigenze.
Sottoscrivere assicurazioni online oggi giorno è un modo estremamente conveniente per assicurarsi.
In un certo qual modo, i preventivi di assicurazione sono utili e accessibili. Si ottiene quello che serve senza alcuna fatica e talvolta con ottimi prezzi. Purtroppo, a meno che non si è un individuo con esperienza nel settore assicurativo,  è impossibile sapere se si sta ottenendo esattamente ciò di cui si ha bisogno.

Continua a leggere

Più dell’80% delle piccole imprese fino a tre addetti è sottoassicurata

Le piccole imprese artigianali e commerciali fino a tre addetti formano il grosso del tessuto imprenditoriale italiano. Spesso sono aziende familiari o unipersonali.

Diverse statistiche dicono che più dell’80% di queste sono sottoassicurate o per nulla assicurate.

Se si pensa che la quasi totalità non possiede ulteriori risorse personali per far fronte ad un eventuale evento catastrofale, il dato è davvero impressionante, e lo è ancor di più nel verificare l’assoluta leggerezza con la quale i piccoli imprenditori italiani snobbano la gestione del rischio che li potrebbe atterrare definitivamente.

Oggi come oggi è semplicissimo e poco costoso trasferire parte dei rischi imprevisti d’impresa sull’assicurazione, cosa che vuol
dire lavorare con più sicurezza e tranquillità e altresì significa anche liberare del capitale da dedicare agli investimenti produttivi; eppure i piccoli imprenditori sono restii a spendere poche centinaia di euro l’anno per una polizza dell’impresa.

Le microattività imprenditoriali rappresentano la stabilità economica delle famiglie italiane, dando ad esse la possibilità di pensare al futuro con fiducia. Il lavoro è una base importantissima ed essenziale per la vita di ognuno di noi, per questo proteggerlo è essenziale e non farlo è davvero una cosa sciocca visto che gli imprevisti possono capitare tutti i giorni.

Se sei un piccolo imprenditore, un artigiano, un commerciante, una partita iva qualsiasi, scopri quanto è facile assicurarsi contro i rischi più diffusi, frazionando il costo in dilazioni mensili senza interessi, ti stupirai di quando sia facile ed a buon mercato.

Compila il modulo qui sotto per richiedere informazioni.

 

Il web e social media marketing online per gli assicuratori come ancora di salvezza in un mondo delle assicurazioni che cambia inesorabilmente

social media marketing assicurazioni

Nell’attuale fase di enorme cambiamento nella distribuzione assicurativa, settore notoriamente poco incline all’innovazione, si sta affacciando sul mercato una vera e propria rivoluzione dettata dalla tecnologia via web. Nei prossimi anni il modello distributivo basato solo sulle agenzie assicurative tradizionali sarà messo in forte crisi; già da alcuni anni si stanno verificando migliaia di chiusure di agenzie (circa 4.500 dal 2007 ad oggi) di piccole dimensioni e gestite a livello familiare senza innovazione nel servizio e si presume che nel prossimo decennio saranno più del doppio a dover fare la stessa fine.

Il mercato delle assicurazioni integrate col web è in Italia ancora agli albori e coperto per il solo 10% del totale, contro il 25/35% degli altri paesi europei evoluti. Si tratta di un settore (quello delle sole assicurazioni online) che a regime (7-10 anni) avrà la quota di mercato di circa 10 miliardi di euro l’anno; quota che verrà sottratta agli agenti.

C’è un solo modo per andare contro questo triste destino per moltissimi assicuratori ed è quello di intraprendere il cammino verso la digitalizzazione integrale, ovvero non solo strumenti tecnologici in agenzia e uso massivo dei software forniti dalle compagnie, ma anche ed in special modo cambiare la mentalità ed il processo di vendita, che essendo vecchio di perlomeno 100 anni, va assolutamente integrato con le nuove metodologie che sfruttano il cosidetto “web marketing”, per vedere il web non solo come un concorrente, ma come un alleato nella fase del processo di emancipazione e della possibile salvezza dallo tsunami ormai in arrivo.

Pasquale Caterisano                                                                                                            www.AssicuratoriDigitali.it 

(Fonte: studi IVASS).

Social Media Marketing & assicurazioni

Anche gli assicuratori devono utilizzare i social media per fare business.social media marketing assicurativo assicurazioni

Anche un’agenzia assicurativa deve impostare corrette attività online per svolgere le sue attività di promozione sul web.Prima di tutto ci vuole un buon sito sul quale gli utenti devono approdare e poi il social media marketing che ha lo scopo di attirare gli utenti sul sito, spingerli in agenzia e fidelizzarli per rendere il rapporto fra cliente ed agente, empatico e naturale, oltre che per cercare di aumentare le vendite.

Proprio per questo motivo è nato su linkedin un gruppo apposito che parla di Social Media Marketing assicurativo un settore dal quale sarà difficile prescindere in futuro sia per farsi conoscere che per impostare vere e proprie iniziative di marketing diretto dei propri servizi e prodotti. Sempre più assicuratori diventano così “social” attribuendo a questo canale l’importanza dovuta sia oggi che in special modo in futuro.  Continua a leggere

18 consigli utili per vendere assicurazioni sui social media

Articolo tradotto in italiano dal blog di John F. Carrol

Avete mai sentito parlare di “fattore magico” per le pagine commerciali di facebook?

I guru dei social media adorano parlarne.

Dicono che i tuoi post su Facebook dovrebbero essere all’80% di contenuto interessante e il 20% roba di vendita.
O era 90-10? Forse 75-25?
L’ho dimenticato.

Comunque, non entro nel merito perchè penso mandi il messaggio sbagliato.
Soprattutto agli agenti assicurativi!
Il concetto di “fattore” racconta agli imprenditori che è astuto spingere un messaggio di vendita da quattro soldi giù per la gola dei loro fan su Facebook fintanto che lo fanno solo il 17,3% delle volte.

Non è così.

Continua a leggere