Solo ora vedremo l’Obama del “Yes we can” di quattro anni fa. In english also

In America ha vinto la modernità, la tolleranza, il multiculturalismo, la partecipazione di tutti, le minoranze, le condivisioni, la solidarietà e la democrazia.  

Ha perso l’America del becerume intollerante con i “diversi”, della “razza bianca”, della finanza speculativa, dei pochi a scapito di molti, dei privilegi, delle lobbies, dei pistoleri e dei militaristi esportatori di democrazia. Disvalori di un partito repubblicano ormai da rottamare per sempre.

La nuova vittoria e la fiducia della maggioranza degli elettori americani, permetterà a Barack Obama di essere davvero quello per cui era stato eletto quattro anni fa, paradossalmente solo ora, libero da vincoli elettorali futuri, vedremo l’Obama del nuovo sogno progressista americano, quello del vecchio “yes, we can”.

Solo oggi, guardando a quattro anni fa, inizia la limpida aurora del riscatto dell’America delle cose vere, contro linutilità del finto artificiale e del superfluo del sogno americano.

Tutto il mondo ne beneficerà. Una nuova coscienza ed un nuovo modo di vedere le cose. Così sarà per un futuro diverso e più solidale con tutti.

In Italia, questi valori, espressi anche nel discorso di Obama, sono rappresentati e portati avanti coerentemente dal MoVimento 5 Stelle.

Via: Solo ora vedremo lObama del “Yes we can” di quattro anni fa. In english also.

TERREMOTO IN GIAPPONE: La mappa mondiale delle postazioni HAARP e gli affari di Clinton con le miniere di uranio

By Edoardo Capuano

Sono poche le persone che hanno sentito parlare delle installazioni HAARP. Molte altre persone, che ne hanno sentito parlare, rimangono scettiche e preferiscono non credere. Una cosa però è sicura: credere o non credere non muta certo la realtà di una struttura divenuta ormai mondiale; una struttura dotata di tecnologie occulte capaci di modificare i normali meccanismi che governano i cicli della natura e non solo.

Gli impianti HAARP sono istallati in tutto il pianeta, in particolari zone strategiche, e danno la possibilità a chi li controlla di alterare e/o manipolare, su scala globale, il clima e molto altro. Negli ultimi 15 anni tutti noi siamo stati testimoni di terrificanti eventi naturali creati artificialmente da questa diabolica struttura globale.

Continua a leggere

REBLOG: La Coca-Cola fatta in casa identica all’originale. (via Pasquale Caterisano Blog)

The Coca-Cola logo is an example of a widely-r...

Image via Wikipedia

E’ di oggi la notizia che in America avrebbero scoperto la ricetta originale della Coca Cola.

Noi ve la proponevamo già dal 2006. Di sicuro queste sono informazioni che su internet circolano da moltissimo tempo ed anche da prima sui media tradizionali.

La “scoperta” di oggi sa tanto di trovata pubblicitaria, ma sappiamo che alla Coca Cola sono maestri assoluti in questo!!

Open Cola - La coca cola fatta in casa identica all'originale. Dopo la nutella, adesso vi do la ricetta per farvi la coca cola in casa. La formula era segreta. Ora non lo è più. Ingredienti per l’essenza: 3,50 ml olio d’arancia; 1,00 ml olio di limone; 1,00 ml olio di noce moscata; 1,25 ml olio di cassia; 0,25 ml olio di coriandolo; 0,25 ml olio di neroli; 2,75 ml olio di lime; 0,25 ml olio di lavanda; 10 g di gomma arabica; 3 ml di acqua. Ingredienti per lo sciroppo: 2 cucchiai di essenza (sopra indicata) 3 … Read More

via Pasquale Caterisano Blog

Documento segreto su Frattini in Wikileaks

VIA: Google Traduttore.

Venerdì 12 Feb 2010, 13:18
Sezione segreta 01 del 03 ROMA 000.173
NOFORN SIPDIS SECDEF PER USDP, ISA, ISA / EURNATO
EO 12.958 decl: 2020/02/11
TAGS Prel, MARRMOPSNATO , IT, AFIR
OGGETTO: INCONTRO CON ITALIANI SECDEF MINISTRO DEGLI ESTERI
FRANCO FRATTINI, 8 feb 2010
ROMA 00000173 001,2 di 003
Classificato da: Ambasciatore Alexander Vershbow per Ragioni 1.4 (B) e (D)

Riepilogo
  1. In un incontro a Roma con il ministro degli Esteri italiano, il segretario alla Difesa Usa, Robert Gates, mette in guardia che qualcosa deve accadere presto a rompere la situazione di stallo nucleare iraniano se un’altra guerra in Medio Oriente è da evitare. Se l’Iran acquisisca armi nucleari, sarà un mondo diverso nel giro di cinque anni ‘, ha detto Gates. passaggio chiave evidenziate in giallo.

  2. Leggi articolo correlato

1. (S / NF) SOMMARIO: il Segretario alla Difesa Robert Gates (SecDef) si sono incontrati con il Ministro degli Esteri italiano Franco Frattini nel corso di una visita ufficiale a Roma l’8 febbraio. Su Afghanistan , Frattini era desideroso di andare oltre la Conferenza di Londra e lavoro per produrre risultati concreti per il popolo afgano. Egli ha proposto migliore coordinamento civile-militare nei gradi più alti nella NATO, e ha sollevato la prospettiva di un coordinamento sui progetti locali in tutta l’Afghanistan- Iran confine. SecDef Frattini ha ringraziato per l’Italiapegno s ‘di più truppe per le operazioni in Afghanistan e ha spiegato dove lacune nella cooperazione civile-militare esistito. Frattini ritiene che la comunità internazionale è stata in fila contro l’Iran, incoraggiando un migliore coordinamento con i paesi al di fuori del P5-plus-1. SecDef avvertito che un Iran nucleare potrebbe portare ad una maggiore proliferazione in Medio Oriente , la guerra, o entrambi. SecDef d’accordo con Frattini che una conferenza delle Nazioni Unite per evidenziare le sfide alla sicurezza nel Corno d’Africa è stata una buona idea. FINE RIASSUNTO.

Continua a leggere

Dopo McCain/Palin ed in attesa di Scott Brown, Obama inizia a papparsi un altro sfigato neocon in anticipo sulle elezioni di Novembre (midterm)

Obama 1 – Boehner 0  con tanti saluti ai Tea Parties

Molti hanno criticato Barack Obama di scarsa visione del gioco politico. E chi non ha criticato direttamente il presidente Usa, ha puntato il dito contro i suoi collaboratori più stretti per il modo di condurre al battaglia politica per l’approvazione del programma.

Ma domenica 12 settembre Obama ha segnato un punto a suo favore quando il capo dell’opposizione repubblicana alla Camera John Boehner ha annuncato il suo voto favorevole al pacchetto di tagli fiscali a favore della piccola impresa e di coloro che guadagnano meno di 250 mila dollari l’anno.

Continua a leggere

Mi scrive Barack Obama e mi dice che la guerra in Iraq è finita…mi sembra di averla già sentita sta cosa! (Ending the War in Iraq)

The White House, Washington

Good afternoon,

Shortly after taking office, I put forward a plan to end the war in Iraq responsibly. Today, I’m pleased to report that — thanks to the extraordinary service of our troops and civilians in Iraq — our combat mission will end this month, and we will complete a substantial drawdown of our troops.

Over the last 18 months, over 90,000 U.S. troops have left Iraq. By the end of this month, 50,000 troops will be serving in Iraq. As Iraqi Security Forces take responsibility for securing their country, our troops will move to an advise-and-assist  role. And, consistent with our agreement with the Iraqi government, all of our troops will be out of Iraq by the end of next year. Meanwhile, we will continue to build a strong partnership with the Iraqi people with an increased civilian commitment and diplomatic effort.

A few weeks ago, men and women from one of the most deployed brigades in the U.S. Army, the 2nd Brigade Combat Team, 10th Mountain Division, returned home from Iraq. The Vice President and Dr. Jill Biden were at Fort Drum to welcome the veterans home and spoke about their personal experiences as a military family:

Watch the Video

Our commitment to our troops doesn’t end once they come home — it’s only the beginning.  Part of ending a war responsibly is meeting our responsibility to the men and women who have fought it. Our troops and their families have made tremendous sacrifices to keep our nation safe and secure, and as a nation we have a moral obligation to serve our veterans as well as they have served us.

Continua a leggere