Facebook pubblica le ads anche sui gruppi

BREAKING NEWS!!

Facebook ads inizia a far targettizzare i suoi inserzionisti anche sui gruppi.

Una grande novità: da ora in poi sarà possibile scegliere di far vedere la propria inserzione all’interno di gruppi tematici, migliorando ancora di più l’efficacia delle inserzioni a pagamento di facebook.

target-gruppi-facebook

La RC auto come strumento di lead generation

assicurazione-auto-1

Nel suo essere obbligatoria, la polizza RC Auto è considerata a piena ragione una cosidetta commodity, ovvero una polizza di massa per tutti.

Nonostante quello che tutti dicono, attestando se stessi come dei grandi consulenti, l’ottanta per cento delle agenzie italiane tradizionali, ha il grosso del portafoglio in polizze auto.

Ora, il 31/12 /2016, ovvero qualche decina di giorni fa, hanno chiuso baracca centinaia di colleghi, solo che nessuno lo dice per scongiurare il diffondersi della paura.

Le compagnie online ed i comparatori diventano sempre più grandi ed efficenti e la “commodity” rc auto fa chiudere le agenzie dinosaure.

Come si evince dunque, queste cose succedono.

Fra due/tre anni ci saranno centinaia e centinaia di milioni di euro di RC auto che fluttueranno liberalizzati dal mercato e dalla libera concorrenza. Ma le polizze auto sono gli esseri umani che le comprano e quindi prospect.

Chi sarà bravo ad intercettare questo mercato fluttuante, farà il boom di portafogli ed incassi. Chi sarà ancora più bravo per aver capito che questi possono anche essere fidelizzati con operazioni di up-selling e cross-selling, avrà una chance davvero enorme di incrementare anche il proprio portafoglio clienti rami elementari utilizzando la commodity rc auto come driver di leads per vendite di altri prodotti a maggiore redditività.

Ma dove si intercetta questo mercato? e come?

…indovinate.

Pasquale Caterisano

La Luce della Scienza e del Progresso debelleranno la religione, Male Assoluto del mondo

Sol Invictus

PASQUALE CATERISANO BLOG

Sol Invictus

Come tutti gli anni, in occasione delle ricorrenze di fine dicembre, è bene fare un ripasso sui veri significati dei festeggiamenti che andiamo a celebrare, tutti riconducibili alla celebrazione della rinascita del sole in occasione del solstizio d’inverno e non già sulla presunta nascita di un bambino che avrebbe dovuto salvare il mondo.

Ecco un breve elenco degli dei pagani simboleggianti la festa del sole che sconfigge le tenebre, intorno alla data del solstizio d’inverno.

Il dio Tammuz unico figlio della dea Ishtar nell’antica Babilonia;

il dio Oro nell’antico Egitto;

il dio Mithra, noto con l’appellativo di salvatore nell’antica Persia;

il dio Quetzalcoalt, nell’antico Messico.

il dio Bacab, che si credeva messo al mondo da una vergine di nome Chiribirias, nello Yucatan;

il dio Huitzilopochtli, nell’antico regno azteco;

il dio Freyr, in Scandinavia;

il dio Bacco, nellantica Grecia;

il dio Adone, nell’antica

View original post 270 altre parole

DALLA FESTA DELLA RINASCITA DEL SOLE AL NATALE CRISTIANO

PASQUALE CATERISANO BLOG

Il Cristianesimo è riuscito a trasferire a sé tali pratiche religiose, modificando la “nascita del sole” con la “nascita di Cristo”, e la “luce solare” con la “luce divina del Figlio di Dio”. Il sincretismo si compì lentamente, finché la notte tra il 24 e il 25 dicembre, cioè la “nox postsolstiziale” che coincideva con l’occasione in cui ormai da secoli si festeggiava una luminosa genesi astrale, divenne anche la notte della nascita di Cristo. Insomma tra il IV° e il V° secolo la Chiesa romana, preoccupata dalla straordinaria diffusione dei culti solari e soprattutto dal mithraismo, che con la sua morale e spiritualità, non dissimile dal cristianesimo, poteva frenare se non arrestare la diffusione del vangelo, pensò di celebrare nello stesso giorno del Natale del Sole (Sole Invictus) il Natale del Cristo, come vero Sole.

View original post 1.342 altre parole

Plus35, l’applicativo digitale che ti fa vendere più polizze

Che cos’è Plus35? di certo non è un CRM, ma è uno strumento di aiuto alla vendita assicurativa tramite tablet e smartphone nel momento dell’incontro col cliente.

Un pò come avere la bacchetta magica per concludere più trattative, o meglio come avere le scarpe di Maradona ed una volta che le indossi, assumi automaticamente il suo talento per diventare immediatamente un campione di calcio.

Noi lo abbiamo provato e per quello che abbiamo potuto vedere, funziona eccome. Ti fa chiudere più vendite e ciò è scientifico e dimostrato.

In questo video Daniele Zanini, il suo inventore, ne spiega i contenuti

Il mondo è cambiato anche in assicurazioni, diffidate dunque da chi ancora oggi oggi vi promette mirabolanti risultati con antiche tecniche SWOT o similari.

Roba del secolo scorso, non perdeteci tempo e più che altro non spendeteci dei soldi. Il futuro ed anche il presente è il marketing digitale come questo di Plus35.it

Facebook entra in agenzia

facebook_advertising-guide-00

Dopo molti mesi di attesa, finalmente Facebook rilascia anche in Italia il suo sistema di monitoraggio delle conversioni offline.

“Facebook offline events”, così si chiama, è un nuovo strumento che serve per verificare vendite e contatti ed in generale monitorare una conversione che viene fatta fuori dal web e dunque nella vita reale.

Da oggi dunque si potrà monitorare e certificare, ad esempio, l’ingresso di un potenziale cliente in agenzia dopo aver visto un inserzione su facebook, oppure la vendita vera e propria di una polizza al banco ad un cliente proveniente da una pubblicità a pagamento.

La soluzione viene fornita dai sistemi di geolocalizzazione degli smartphone oltre che da una serie di parametri che vengono preimpostati al momento della creazione dell’inserzione, oltre che dall’uso di Facebook Pixel, altro straordinario strumento di retargeting e monitoraggio del social network di Menlo Park.

 

Con questa nuova funziona dunque, facebook si appresta a convincere anche i più scettici della bontà dell’utilizzo del suo sistema di advertising che difatto diviene così il primo strumento integrato fra l’online e la vita reale per poter monitorare i propri investimenti pubblicitari e la loro reale efficacia.

Pasquale Caterisano                                                                                   Assicurazioni e Social Media Marketing

Comunicare Senza Vedere, Sentire né Parlare

Di Sara Carboni


La Lega del Filo d’Oro è una ONLUS fondata nel 1964 ad Osimo (Ancona), dove ancora oggi ha la sua sede principale, da Sabina Santilli, sordocieca e da un gruppo di volontari che aveva come obiettivo
aiutare e sostenere le persone sordocieche. Ad oggi l’associazione si è allargata e ha aperto altre sedi in 8 regioni d’Italia, con centri anche in grandi città come Napoli, Roma e Padova. L’organizzazione, composta da operatori specializzati, educatori, volontari e staff medico, si adopera ogni giorno per portare supporto a chi non vede e non sente e alle loro famiglie, per iniziare percorsi personalizzati in base alle esigenze dei singoli utenti, per offrire consulenze, per diffondere informazione e sensibilizzazione.

La missione è svolgere quelle attività di assistenza e sostegno volte a creare un “filo prezioso che unisce le persone sordocieche con il mondo esterno”, a liberarle dal buio e silenzioso isolamento in cui si trovano e ad insegnare a loro e alle loro famiglie come condurre una vita autonomamente e serenamente.

Sordocecità e Sindromi

In Italia, secondo i dati dello studio condotto insieme all’ISTAT, sono 189 mila le persone sordocieche: un numero molto alto, che rischia di aumentare. La sordocecità è una combinazione della perdita, totale o parziale, della vista e dell’udito che impedisce di svolgere le normali funzioni della vita quotidiana. Quando oltre al deficit visivo o uditivo sono presenti altre minorazioni (come motorie, intellettive, danni neurologici, malformazioni scheletriche, ecc.) si ha una pluriminorazione psicosensoriale. Nei centri della Lega del Filo d’Oro si trovano persone di tutte le età e alcune di loro sono affette da malattie rare come la sindrome di Usher e la sindrome di Charge. La Lega del Filo d’Oro è diventata il punto di riferimento per la pluridisabilità psicosensoriale, un polo di alta specializzazione che ospita ogni anno sempre più bambini, giovani e adulti con più minorazioni.

Continua a leggere Comunicare Senza Vedere, Sentire né Parlare

Dico la mia spesso e volentieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: