Polizza auto a Como online ed in agenzia con unipolsai unipol assicurazioni auto a tasso zero

Polizza auto a Como online ed in agenzia con unipolsai unipol assicurazioni auto a tasso zero con http://www.centroassicurativo.it  e    www.risparmiopolizza.in


Se sei nelle prime 8 classi di merito e non hai causato incidenti negli ultimi 5 anni, chiedici un preventivo alla scadenza annuale della tua polizza auto, potremmo sorprenderti.

 


CONVENZIONI NAZIONALI UNIPOL CON I MAGGIORI SINDACATI E CONSORZI DI CATEGORIA

 

INSTALLA GRATIS
La serenità alla guida diventa la tua migliore compagna di viaggio. UNIBOX è il nostro dispositivo di assistenza per chi guida n°1 in Europa, che localizza la tua auto e, in caso di urto di una certa intensità, ti fa chiamare automaticamente dalla centrale operativa per l’invio dei soccorsi stradali. Scopri il risparmio e la sicurezza che cercavi nelle versioni UNIBOX  FULL e TOP. Per te grandi sconti sulla RC Auto e su Incendio/Furto.

GRANDI RISPARMI CON UNIBOX
Fino al -65% su incendio furto
e -20% * RC Auto.
* Dal 2° anno lo sconto può arrivare fino al 30% in base ai km percorsi.

E grazie alla tua convenzione hai degli sconti in più!

-6% per autovetture ciclomotori e motocicli

-10% per autovettore di proprietà

Così il risparmio è ancora più grande, perché gli sconti convenzione si sommano a quelli di UNIBOX.

SERVIZI INNOVATIVI E ASSISTENZA
Rilevazione automatica incidente
Chiamata dalla centrale operativa
Invio soccorsi stradali
TARIFFA A KILOMETRO
L’opzione che ti permette di avere ulteriori sconti fino al 30%: meno guidi, meno paghi!

Tutto questo, con la professionalità di un Agente divisione Unipol sempre al tuo fianco. E se non hai causato sinistri negli ultimi 5 anni e hai almeno 26 anni, in regalo per te: BONUS PROTETTO
Conservi la classe di merito in caso di primo incidente.


Proponiamo libera collaborazione (no iscrizione rapporto in Ivass) a colleghi assicuratori in provincia di Como/Lecco/Milano/Varese/Monza/Bergamo nel ramo RC Auto

Offriamo provvigioni 10% e libera preventivazione su
www.unipol.fullquote.it

Contatto su scrivi@centroassicurativo.it

Co working a Como, come affittare una scrivania ed iniziare a lavorare senza grossi costi iniziali di ufficio, adsl, luce, riscaldamento ecc..

Il co working è di moda e permette ai giovani imprenditori di startup di avere costi iniziali molto bassi.

A Como c’è la cooperativa AREA che affitta in ufficio in condivisione, scrivania completa di tutti i costi iniziali, con anche adsl ed uso sala riunioni comune. 

Un’ottima iniziativa che mi sento di condividere per farla conoscere a tutti coloro che in piena crisi vogliono intraprendere una nuova attività tenendo bassi i costi.

 

L’imbarazzante questione Endrizzi è davvero senza fine

Che ci fa un laureato in lettere a capo del servizio aree protette della provincia di Como?

Ci riferiscono che non è entrato per concorso, ma per chiamata diretta. Con quali competenze? perchè senza concorso? in quota a qualcuno? vista la militanza politica in Forza Italia e PDL e la vicinanza ad un ex consigliere regionale (condannato per truffa) suo compaesano.

L’imbarazzante questione Endrizzi è davvero senza fine.

http://www.provincia.como.it/trasparenza-valutazione-merito/personale/posizioni-organizzative-curriculum/allegati/CURRICULUM_P.O._ENDRIZZI.ANTONIO.PDF

Silvana Carcano farà un altro video in sua difesa?

via Attivisti Mov5S Lombardi.

Distributori di benzina equo-solidali

UNA MIA PROPOSTA PER LA REGIONE LOMBARDIA

Propongo la costituzione di una società cooperativa senza fine di lucro che abbia come scopo la distribuzione di carburanti dal costo all’ingrosso per tutti. 
 
 
COME FUNZIONA: la società in questione dovrebbe aprire perlomeno una decina di “pompe bianche” per provincia in modo che tutti possano avere la possibilità di rifornirsi in prossimità e nelle vicinanza di essa. Il distributore regionale si approvvigionerebbe dai fornitori all’ingrosso e rivenderebbe la benzina ai cittadini lombardi allo stesso prezzo d’acquisto, senza farci su nessun lucro. Il vantaggio per l’utente sarebbe immediato, pagherebbe il carburante circa 25 centesimi in meno del prezzo corrente. Il Cittadino avrebbe così un’immediata restituzione di una piccolissima parte di quanto versa allo stato ogni anno sotto forma di tasse dirette ed indirette.CHI PAGA: ovviamente questa operazione non deve essere a carico della collettività, non deve essere finanziata da ulteriore spesa corrente, perchè in quel caso si dovrebbero mettere nuove tasse o tagliare servizi per potersela permettere e sarebbe il solito giro del cane che si morde la coda.

NO, la mia proposta prevede anche la sostenibilità economico-finanziaria.
Ecco come: la società cooperativa “pompa bianca regionale” dovrebbe dar fondo ai contributi europei e statali per la costituzione di imprese cosidette “green” ed investire massicciamente in produzione di energia eolica e fotovoltaica, tramite installazioni in tutta la regione. Investimenti che si ripagherebbero in circa tre anni ed i cui proventi appunto serviranno ad acquistare i carburanti a prezzo di costo da erogare a tutti i cittadini.
                                                                                                P. Caterisano

Como come Adro, la vergogna dei pasti negati ai bimbi poveri.

Nella ultrabanana Como, gli amministratori comunali non si sono fatti scrupolo di scimmiottare nel male, la pessima figura fatta dal sindaco leghista di Adro un anno e mezzo orsono, quando negò la mensa ai bambini i cui genitori avevano difficoltà a pagare le rette in quanto indigenti.

E’ di questi giorni la notizia di mamme disperate con crisi di pianto di fronte alle scuole pubbliche a Como dopo aver appreso la notizia che ai loro bambini sarà negato l’ingresso alla mensa pubblica per pregresse “morosità”.

Con una delibera di giugno portata a compimento nei fatti in questi giorni, il comune di Como, amministrato da una maggioranza bulgara PDL+LEGA, nel rispetto dei loro più beceri disvalori, hanno, a modo loro, fatto giustizia verso questo che definiscono “malcostume” senza alcun modo pensare che probabilmente sussistono fasce di popolazione che vista la crisi in corso e le continue e costanti difficoltà del vivere quotidiano, semplicemente non riescono a tirare fine mese.

Questi “eccellenti” rappresentanti della xenofobia e dell’ultra conservatorismo illiberale,  da sempre collusi col potere ecclesiale, riescono ad attuare intenti di regressione sociale tipiche del ventennio fascista. Nessun welfare, nessuna solidarietà, no all’accoglienza civile ed ai servizi sociali di base, quello che conta per loro, sono lo sperpero dei soldi pubblici in inutili mostre ed in muraglioni al lago costruiti ed abbattuti nella confusione totale a dei costi esorbitanti sprecati in barba ai sacrifici del cittadino.

Duemila anni di civiltà buttati nel cesso se non vi è rispetto nemmeno per i bambini, innocenti su tutto. Il berlusconismo imperante da 17 anni a questa parte, ha fatto si che ormai ci si è abituati a tutto l’impensabile, ormai non vi è meraviglia più per niente. Il senso civico del pudore è andato letteralmente a “farsi benedire” (da preti spesso consenzienti e collusi con costoro) e in moltissime aree del nord del paese, parole come sussidiarietà e solidarietà sono scomparse. A cosa sono valsi gli insegnamenti dei padri della patria, dei lumi, della ragione e, per coloro che credono, dai dettami della dottrina sociale della chiesa? tutto immolato sull’altare del becero individualismo sfrenato “pro domo propria” guardando altresì con sprezzo all’altro, fosse anche il vicino di casa. Disvalori come l’eccesso di apparenza, il potere economico fine a se stesso, il successo personale facile, ne sostituiscono altri come l’amore, gli affetti, le amicizie, il rispetto. Grandi Fratelli, veline, letterine, calciatori tatuati, igieniste dentali e trote con la pappa facile e dalla strada posta in discesa dal politico di turno. E poi tanta demagogia e qualunquismo a manetta per confondere ed impaurire l’italiota dabbene.

Questo è (in gran parte) il nord, questa è Como, esattamente come Adro.

Pasquale Caterisano

“Ognuno vale uno” 

Assicurazioni RC auto a Como – polizza rca assicurazione

            La tua polizza auto costa troppo?

prima di rinnovarla chiedi un preventivo a noi!!


assicurazioni-auto-como-miglior-prezzo-rca-responsabilita-civile-co-provincia-caterisano-polizza-auto-assicurazione preventivo gratuito

             chiama senza impegno il numero:

                               031- 57.04.45

per un preventivo gratuito.

Como città becera, bigotta e bananas

Sono spesso a Como per lavoro e guardate cosa mi tocca vedere in quella città fredda, falsa, banale e provincialissima.

17-04-07_1311.jpg17-04-07_1310.jpg

17-04-07_1312.jpg

Un vile striscione che copre i manifesti elettorali dei candidati del centrosinistra tacciandoli con un comune aggettivo divenuto, in questi tristi anni, in queste lande ignoranti bananas, quasi come se fosse marchio d’infamia e non semplice ideologia politica (nella quale personalmente, è bene dirlo, non mi riconosco assolutamente)

Un aggettivo che, in quello che è il berlusconismo più becero, è divenuto un’ingiuria, un’offesa peggio dell’ “ebreo” negli anni del nazi-fascismo (altro normale aggettivo divenuto ingiuria)

L’edonismo, l’individualismo e l’adorazione del solo dio denaro come ultimo fine di una triste vita vacua di veri valori, hanno attecchito in queste terre, così come allo stesso modo hanno fatto l’odio per il diverso (‘padroni a cà nostra’) del leghismo e del neofascismo.

Ricordiamo che Como è provincia di Olindo Romano e Rosa Bazzi, i coniugi arrestati per la strage di Erba; Como è la città nella quale si spara a freddo ed alle spalle allo straniero impaurito, Como è la città delle multe vigliacche a tradimento; è la provincia in cui i bananas prendono più voti in assoluto…e tutto ciò non è un caso. Niente onore, niente dignità , solo i falsi valori del berlusconismo e la provincialissima grettezza mentale di una cittadina di confine. I comaschi da sempre ammirano gli svizzeri. Ho detto tutto!

Post modificato il 24 ottobre 2008 a causa delle giuste rimostranze dei “cumasch”