La “chat dei capezzoncini” e la pillola rossa che fa male ai grullini

Si dice, si mormora…

che esista un mega “gomblotto” ai danni dei creduloni “cliccaquà”, che alcuni fra i miracolati fuoriusciti dalle stelle in “pallamendo” in realtà stiano facendo il gioco sporco per tutti gli altri; che quelli fuori votino i provvedimenti al limite per non far cadere il governo ed andare a nuove elezioni nelle quali nessuno sarebbe più rieletto, perchè la lotteria si vince una volta sola.

Allora tutta una finta? organizzata subdolamente ad arte ai danni dei creduloni elettori affinchè si mantenga in vita questa legislatura per portare a casa i 20 mila al mese per più tempo possibile?

…si dice, si mormora.

Nuova malattia dagli USA ma questa è vera: SPF ovvero “Sindrome del Padre Fornicatore”

Egregio dott. Gardner,
sappiamo da diverso tempo che l’incesto è un problema che si interseca con tutti i substrati culturali e socioeconomici. Comunque, aumentando l’accessibilità alla pornografia e con il sistema morale dei valori in decli…no, il problema sta crescendo drammaticamente.

Ricerche valide ci mostrano che, statisticamente, la maggior parte dei colpevoli sono di sesso maschile. Comunque, non esiste una “sindrome” per questo genere di abusante. Noi sentiamo che questo sia necessario, visto che parecchi di questi abusanti finiscono in tribunale, dove si richiede la testimonianza di esperti. Naturalmente, non finiscono in un tribunale penale, cosa che, nel nostro attuale sistema giudiziario, avrebbe anche troppo senso. No, finiscono nei Tribunali che trattano il diritto di famiglia, e chiedono l’affidamento delle loro vittime.
Bene, noi abbiamo sviluppato una ‘sindrome’, per questi tipi. Si chiama Sindrome del Padre Fornicatore. Ha un bel suono, orecchiabile, non trova? E pensiamo che faccia proprio per lei!!!
Sotto le elenchiamo la lista dei ‘sintomi’ di questa sindrome. Ovviamente, proprio come nella sua infame Sindrome d’Alienazione Genitoriale, il minore e chiunque faccia parte dell’Emisfero Settentrionale può avere il suo ruolo nella sindrome. E poi, come nella Pas, noi, come lei, abbiamo abbandonato l’idea che possano risultare necessari la ricerca, i dati e gli studi scientifici. La sua idea dell’autopubblicazione sembra rivelarsi il mezzuccio più opportuno per giustificare le nuove sindromi. Per questa ragione, svilupperemo al più presto una collana completa di materiale autopubblicato che offriremo su “Guida all’Acquisto sulle Mode Passeggere Riguardanti la Salute Mentale e i Segreti meglio Conservati delle Collanine di Bigiotteria, sul canale 116. La preghiamo di leggere attentamente le seguenti descrizioni.

Continua a leggere

Un nuovo player nella ricerca e comparazione mutui: MutuiSupermarket.it

mutuisupermarket.it mutui supermarket mutui online ricerca mutuo

MutuiSupermarket è sia un motore di ricerca e comparazione mutui, sia un mediatore creditizio online che ti aiuta a scegliere e ottenere il mutuo più adatto alle tue esigenze.Come un motore di ricerca, ti aiutiamo innanzitutto a trovare cosa stai cercando in modo rapido e efficace, dopodichè ti supportiamo nell’approfondimento e analisi dei risultati della tua ricerca grazie ai nostri strumenti innovativi e di facile utilizzo. Sarà sempre semplice e immediato comprendere le differenti tipologie di mutuo e le scelte economiche alternative che puoi effettuare. Come motore di ricerca specializzato miriamo a diventare nel tempo la vetrina più ampia, trasparente e comprensiva di tutte le migliori offerte di mutuo esistenti sul mercato. Una volta individuato il mutuo adatto alle tue preferenze e budget e dopo aver richiesto online la verifica della fattibilità – richiesta spesso necessaria per avere accesso alle condizioni di mutuo esclusive online – interveniamo come mediatori creditizi per aiutarti a ottenere il tuo mutuo: ci preoccupiamo di verificare la fattibilità del mutuo direttamente con la banca, ti supportiamo al telefono attraverso il processo di mutuo, rispondiamo tramite il nostro numero verde a qualsiasi tipo di dubbio o perplessità tu abbia circa l’operazione. Il tutto sempre e solo…gratuitamente. OK, “e allora chi paga per il servizio?”. Le banche. Quando ci lasci una richiesta di verifica di fattibilità, ti presentiamo ad una banca per ottenere la pre-approvazione del mutuo; se decidi poi di portare o inviare i documenti di mutuo alla stessa banca e infine stipulare il mutuo, la banca ci riconoscerà un compenso a successo. Praticamente, proprio come si può guardare la gran parte della televisione a gratis, si può usare MutuiSupermarket quanto si vuole, a gratis.

Continua a leggere

Polizza auto assicurazione rc online preventivo confronto polizze responsabilità civile incendio furto on line economica risparmio

Le polizze RC auto sono obbligatorie, la copertura dei rischi vari sono invece facoltative, esse devono contenere le generalità del cliente assicurato, la targa del veicolo, il tipo di veicolo e il certificato di proprietà dello stesso, i tipi di copertura con relativi massimali, se sono presenti franchigie, la durata del contratto e l’importo del premio assicurativo richiesto.
La polizza è il solo documento che attesta l’avvenuta stipula del contratto di assicurazione, ed è per questo che le autorità competenti possono chiedere la visione di quest’ultimo in qualsiasi momento.
È importante che le informazioni richieste dalla compagnia (come i dati sul veicolo e la targa, la residenza, l’indicazione dei guidatori, con la loro età e professione eccetera) siano fornite con esattezza:
Nel caso in cui le informazioni date risultassero non veritiere, reticenti o incomplete, la compagnia assicuratrice potrebbe riconoscere solo parzialmente o addirittura nulla la copertura assicurativa, e dopo aver liquidato i danni a terzi, potrebbe rivalersi sul suo cliente per essere rimborsata della somma già liquidata (o tutta oppure solo in parte).

Confronta i preventivi assicurazione auto RC, Furto e Incendio di 12 compagnie, acquista online o al telefono e risparmia fino a 500euro

Come risparmiare:

  • Le compagnie assicurative offrono tutte tariffe differenti, che variano a seconda del profilo del cliente.
  • La compagnia più economica in assoluto non esiste. Esiste quella più conveniente per il tuo profilo.
  • Per trovare la polizza migliore occorre quindi confrontare i preventivi di più compagnie.

Ricorda che:

  • La disdetta della polizza di alcune compagnie necessita di diversi giorni di preavviso. Meglio informarsi per tempo.
  • Le garanzie aggiuntive (es. furto e incendio) permettono di completare la polizza e migliorarne la copertura.
  • assicurazioni auto, assicurazione moto, Polizze auto, Assicurazione RCA, Furto e Incendio, Kasko, Direct Line, Genertel, Genialloyd, Linear, Dialogo, assicurazioni on line, prevenitvi online

Guida alle assicurazioni RC Auto

Assicurazione Auto RCA offre un servizio gratuito sul mondo delle assicurazioni auto e moto per la responsabilità civile.

L’obbligatorietà delle polizze assicurative per tutti i veicoli a motore, rende le assicurazioni auto un tema alquanto caro e discusso per milioni di conducenti.

Nota dolente spesso i costi esorbitanti e le clausole poco chiare inserite nei contratti stipulati con le compagnie di assicurazione.

Gli argomenti trattati dallo staff di  Assicurazione Auto RCA rende meno difficoltoso la comprensione della polizza RC Auto, chiarendo i punti cruciali come il premio da pagare, la classe di merito (bonus/malus), il massimale, la franchigia e via via fino alla disdetta del contratto.

Non potevamo non trattare un argomento strettamente correlato, qual’è la patente a punti e di conseguenza il Nuovo Codice della Strada. Elementi di primaria importanza per poter usufruire al meglio della propria polizza assicurativa RC Auto.

Il premio

Il premio assicurativo non è altro che la somma di denaro che il cliente assicurato paga alla compagnia assicuratrice in cambio di una copertura RC auto; di contro la compagnia assicuratrice è obbligata a risarcire i terzi (entro i limiti convenuti), per i dannegiamenti derivati dai sinistri del proprio assicurato.
Nel costo della polizza incidono diversi fattori quali: età del conducente, città di residenza, classe di merito, tipo di automobile; per le polizze kasco e furto-incendio si tiene in considerazione anche il valore dell’automezzo. Il premio assicurativo può essere pagato o in un’unica soluzione o rateizzato semestralmente (alcune assicurazioni danno la possibilità di pagare in rate trimestrali o quadrimestrali)
Nel caso in cui il premio non viene pagato al momento della stipula, il contratto di assicurazione resta sospeso fino alle ore 24 del giorno del pagamento.
Nel momento in cui il contratto di assicurazione scade l’assicurato ha ancora 15 giorni, di copertura chiamato periodo di mora per il pagamento della polizza, durante i quali le garanzie assicurative restano ancora attive; dopo tale data la copertura assicurativa rimane sospesa fino alle ore 24 del giorno di pagamento della stessa.
Nel contratto di assicurazione sono comprese le imposte riguardanti (13,5% per i rischi diversi, 12,5% per la RC auto), per la sola RC auto sono compresi anche i contributi al fondo di garanzia per le vittime della strada 4%, e i contributi al servizio sanitario nazionale 10,5%.
Il bonus malus

La Bonus Malus è una formula contrattuale che regolamenta la maggior parte delle polizze RC auto: esso prevede ad ogni scadenza del contratto progressive riduzioni o rincari del premio assicurativo. Questo processo è strettamente collegato ai sinistri effettuati (se presenti) dell’assicurato.
Sono state stabilite 18 classi di merito, quella di base o d’ingresso è la 14esima.
Se nel periodo di osservazione, (che dura 12 mesi e termina tre mesi prima della scadenza della polizza), l’assicurato non causa sinistri, sale in bonus (in 13esima), ottenendo quindi uno sconto sul successivo premio da pagare; se invece l’assicurato causa incidenti va in malus, retrocedendo di norma di 2 classi pertanto in 16esima classe, subendo quindi un rincaro sul successivo premio assicurativo da pagare.
Alla prima classe corrisponde una riduzione del premio generalmente del 50% della tariffa base, mentre alla 18esima corrisponde una maggiorazione del 100% rispetto la prima; queste percentuali cambiano da assicurazione ad assicurazione e sia in bonus che in malus certe compagnie corrispondono ulteriori riduzioni o rincari.
Disdetta dell’assicurazione RCA

Di norma la polizza assicurativa RCA prevede il tacito rinnovo contrattuale alla scadenza dell’annualità.
Nel caso non si intenda rinnovare ulteriormente la polizza, occorre comunicare per iscritto alla propria compagnia di assicurazione tale decisione, almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza in corso. Consigliamo di far pervenire detta comunicazione tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.
Tuttavia alcune clausole inserite nel proprio contratto di assicurazione RCA può modificare questo iter; quindi vi invitiamo a prender nota di quanto specificato in essa.
Nei casi in cui la compagnia assicurativa comunichi al cliente variazioni contrattuali da attuare al nuovo  contratto, l’assicurato può rescindere la propria polizza dandone comunicazione entro 15 giorni dalla scadenza. Se la variazione incide sul costo del premio per una percentuale maggiore al tasso di inflazione, la disdetta può aver effetto immediato e cioè al momento che si viene a conoscenza di tale varazione, qualunque sia il periodo che intercorre alla scadenza.
All’atto della disdetta dell’assicurazione RCA, la compagnia di assicurazioni deve obbligatoriamente rilasciare l’Attestato di Rischio, documento necessario per poter usufruire della stessa classe bonus malus che ha beneficiato l’assicurato. Il rilascio deve sempre avvenire almeno 3 giorni prima della scadenza della polizza.
Alcune polizze non prevedono il tacito rinnovo: in questi casi i servizi offerti dall’assicurazione RCA cesseranno automaticamente.
Le assicurazioni auto economiche, guida all’assicurazione auto RC online per risparmiare sul premio della polizza auto RC. Preventivo assicurazione auto gratis

Gli italiani che votano berlusconi sono “cretini”?

L’Italia di Berlusconi è poi tanto diversa dalla piazza a cui si rivolse Ponzio Pilato? Tra Gesù e Barabba, l’Italia sceglie Barabba. Oddio: veramente in ballottaggio Gesù non c’è, e questo aiuta. I competitor di Berlusconi sono così deboli, così poco affascinanti, così poco credibili, così deludenti quando sono al governo…

Comunque: Silvio è Barabba? E soprattutto: questo paragone non dimostra l’ossessione nei confronti di Berlusconi?

Problema: c’è una parte notevole degli italiani che non considera un problema la storia giudiziaria di Berlusconi. Attenzione: il problema non è la sua condanna in tribunale. Questa non c’è stata, perché la prescrizione lo ha salvato sette volte; e perché (secondo quanto risulta dal processo Mills, interrotto dall’approvazione del lodo Alfano) alcune assoluzioni sono state guadagnate pagando un testimone affinché non dicesse la verità . Ma non è su questo che vorremmo accanirci. In un paese eticamente sensibile tutto ciò (le sentenze, il piano giudiziario) sarebbe semplicemente superfluo. L’essenziale sarebbe altro: i fatti, i comportamenti, prima delle sentenze, a prescindere dalle sentenze. àˆ un fatto che che alcuni suoi collaboratori (Berruti, Previti…) sono stati condannati: per aver ammorbidito con tangenti le verifiche fiscali nelle aziende di Berlusconi, per aver comprato sentenze che davano a Berlusconi la Mondadori… Questo sarebbe sufficiente a un’opinione pubblica eticamente sensibile per considerare Berlusconi moralmente responsabile dei reati commessi dai suoi collaboratori. Hanno fatto di testa loro? E allora perché non sono stati cacciati, ma sono stati anzi premiati da Berlusconi con comodi posti in politica?

Evidentemente l’opinione pubblica in Italia non è eticamente sensibile.

Spiegazione 1: è la nostra storia, la nostra eredità di paese senza rivoluzione borghese, senza rivoluzione protestante.

Spiegazione 2: da 15 anni siamo mediaticamente bombardati dalla propaganda berlusconiana, che ha convinto una parte della pubblica opinione che Silvio Berlusconi è vittima di una persecuzione politico-giudiziaria; sembra strano che qualcuno possa crederci, ma è così.

Spiegazione 3 (di solito dimenticata): in Italia abbiamo classi dirigenti di cattiva qualità . Sono le élite (politiche, imprenditoriali, culturali…) a mediare le informazioni e i convincimenti tra i vertici del potere e la pubblica opinione. Nel nostro paese sono, evidentemente, in gran parte deboli, serve, corrotte, vendute, perché fanno finta di non stupirsi di ciò che pure vedono, di credere a ciò che pure sanno incredibile. Sono, come sempre nella storia italiana, mosche cocchiere che credono di guidare il mostro. Più modestamente, si ritagliano il proprio tornaconto in ogni situazione, sempre a disposizione di chi vince, evitando la fatica di andare controcorrente.

Gianni Barbacetto