Featured Image -- 5443

Intermediari 2.0? E se Google entrasse davvero nel settore assicurativo?

Pasquale Caterisano:

Google e la distribuzione assicurativa del futuro prossimo.

Originally posted on Il Broker:

UnknownTraduciamo e pubblichiamo questo interessante articolo pubblicato alcuni giorni fa da TechCrunch e scritto da Christoffer O. Hernæs, Partner di Core Group, una società di consulenza Norvegese.

Chi volesse leggerlo in lingua originale può farlo QUI.

L’autore si interroga su quale sarà la futura posizione di Google nel mercato assicurativo. Una posizione che certo mirerà a un predominio sui dati attraverso l’utilizzo di tutte le tecnologie disponibili, dai comparatori al monitoraggio delle percorrenze automobilistiche attraverso i cellulari Android, dagli strumenti hardware per la casa intelligente (scatola nera casa, rilevatori e sensori, etc.) alla rilevazione in tempo reale dello stato di salute degli assicurati, e così via.

Ma potenzialmente anche una posizione che veda il gigante del web competere direttamente con le compagnie anzichè limitarsi ad essere, sempre più, un fornitore di dati indispensabile per tutte le scelte attuariali e di marketing.

Poterebbe così accadere che le polizze auto e quelle…

View original 1.252 altre parole

Dopo 5 mesi di promesse, nessuna riforma economica dal governo Renzi

Sono passati 5 mesi, caro Matteo Renzi,

  • quand’è che tagli gli sprechi delle caste e delle corporazioni?
  • quand’è che tagli la spesa pubblica cialtrona di 250 mila dirigenti statali che continuano a spendere come se nulla fosse?
  • quand’è che regolamenti gli acquisti della PA?
  • quand’è che blocchi le assunzioni di dipendenti pubblici a sbafo?

Ci sono 300 miliardi di sprechi da tagliare e tu ci continui a propinare favole esattamente come Enrico Letta.

Matteo, anche per te il tempo sta per scadere, il bluff degli 80 euro è servito a farti vincere le europee ma la gente dimentica in fretta e più che altro continua a soffrire.

Se continui così, non sarai altro che un Monti od un Letta qualunque, anzi ben peggio di loro, sarai ricordato come uno dei bluff politici più grandi della storia del nostro paese.

Il tempo passa e tu continui con i proclami e le promesse.

Stiamo aspettando tutti un tuo segno in tal senso, invece la tua priorità è blindare te stesso a Palazzo Chigi. Bravissimo a fare bei discorsi e promesse da wannabe con slides annesse, concretamente finora non hai combinato un bel nulla.

Tic tac, tic tac, caro Silvio 2.0 il tempo sta per scadere anche per te.
 Pasquale Caterisano.

Dico la mia spesso e volentieri

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.218 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: